Non categorizzato

La sede legale della cooperativa si trova in Via Prosdocimi 2/a (quartiere Forcellini) a Padova. 

Come arrivare

In auto Uscita Autostrada A4 Padova Est: Indicazioni

In Autobus dalla Stazione Ferroviaria e dal Centro Storico della Città: n° 6 e n°13 

 

 

 

 

 

Mediazione sociale dei conflitti. Manuale di modellizzazione delle buone prassi (a cura di Matteo Zoso)
Il manuale presenta la modellizzazione come attività sperimentale e trasversale alle azioni previste dal progetto "Altrimenti nella città" (2010-2011), finalizzata ad individuare la logica ed i principi del modello di mediazione sociale dei conflitti, alla base dei diversi interventi, per renderlo sostenibile oltre la fine del progetto e trasferibile verso altri contesti territoriali.

Per informazioni generali potete chiamare il n° 049 8024648 o scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

Presidente (dott. Tiziano Peracchi) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Vicepresidente (dott.ssa Elena Galbiati) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Ufficio Amministrativo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Per contattare i referenti e i coordinatori dei servizi, visita la pagina del servizio che ti interessa 

 

 

Questo Report è stato realizzato dal Prof. Vincenzo Romania, docente presso l’Università degli Studi di Padova – Dipartimento di Sociologia e propone una valutazione dell’efficacia delle politiche pubbliche di mediazione messe in atto dal Comune di Padova, connesse al progetto “OLTRE IL GHETTO DI VIA ANELLI: azioni positive a sostegno della convivenza e dell’inclusione sociale”

Ultime News

Percorsi di integrazione dei beneficiari di protezione internazionale

Il 25 gennaio 2018 è stato firmato un accordo per favorire l'individuazione delle competenze e sostenere la formazione dei titolari di protezione internazionale nel mercato del lavoro, dal Ministro dell'Interno, Marco Minniti, dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti e dal Presidente di Unioncamere Ivan Lo Bello.

Obiettivo principale dell'Accordo Quadro è quello di promuovere, attraverso la collaborazione interistituzionale tra le parti firmatarie, l'integrazione socio-lavorativa dei titolari di protezione internazionale accolti nel sistema di accoglienza nazionale.

Le principali linee di azione fanno riferimento, innanzitutto, alla formazione on the job, quale strumento di politica attiva che favorisce l'accesso al mercato del lavoro e promuove l'inserimento lavorativo.

http://www.lavoro.gov.it/stampa-e-media/Comunicati/Pagine/Percorsi-di-integrazione-dei-beneficiari-di-protezione-internazionale.aspx 

Fai il Servizio Civile Universale con noi!

 

Se vuoi fare la tua esperienza di Servizio Civile nella nostra cooperativa, sarai inserito nel progetto "Una Valigia di diritti" (http://venetoinsieme.it/wp-content/uploads/2019/09/Schema-Sintesi-UNA-VALIGIA-DI-DIRITTI.pdf)  che prevede percorsi di accompagnamento per richiedenti protezione internazionale, titolari di protezione internazionale/umanitaria e minori stranieri non accompagnati dall’arrivo in emergenza all’attivazione di iniziative di integrazione.

L’obiettivo generale del progetto è quello di favorire l’integrazione territoriale nelle realtà locali che ospitano i destinatari.

Nel dettaglio questo macro-obiettivo si può scomporre in 4 obiettivi specifici legati alle esigenze riscontrate nell’analisi del contesto territoriale e dell’ambito d’intervento: 

Obiettivo 1 - Accoglienza: il progetto prevede il mantenimento e il miglioramento del sistema di accoglienza sul nostro territorio, fornendo il supporto alla primissima accoglienza (arrivo, emergenza, collocamento in strutture) e l’inserimento in percorsi di seconda accoglienza e avvio di progetti individuali sul territorio.

Obiettivo 2 - Integrazione e inclusione: il progetto vuole fornire occasioni concrete ai richiedenti asilo, titolari di protezione e msna sia per ridurre il rischio di emarginazione sociale sia per facilitarne l’inserimento nel contesto locale. Si realizzeranno azioni volte a favorire l’inserimento sociale dei destinatari sul territorio anche in collaborazione con realtà locali (attività culturali, sportive, di volontariato, tirocini, apprendimento della lingua, supporto alla formazione, ecc.).

Obiettivo 3 - Condivisione: il progetto vuole facilitare lo scambio di buone pratiche tra i soggetti che operano nel settore dell’accoglienza e tutela degli stranieri richiedenti protezione, titolari di protezione e msna e favorire occasioni d’incontro tra gli enti.

Obiettivo 4 - Informare e sensibilizzare: migliorare l’informazione e incrementare la conoscenza tra la popolazione locale rispetto al fenomeno della protezione internazionale. 

 

E’ possibile consultare il bando per la selezione di operatori volontari del Servizio Civile Universale, nel sito: www.serviziocivile.gov.it 

ATTENZIONE: La scadenza per la presentazione della domanda è il 10 ottobre 2019 - ore 14.00

 

PER MAGGIORI INFORMAZIONI: http://venetoinsieme.it/product-detail/bando-scu-2019/

Esperienze

Laboratori di Photovoice

Photovoice una metodologia di ricerca azione partecipata che unisce la facilitazione visuale e nozioni di psicologia di comunità, tale connubio rende la fotografia un potente strumento per il lavoro con i gruppi nel territorio.

Leggi tutto...

Le politiche di mediazione del Comune di Padova: una valutazione incrociata

Questo Report è stato realizzato dal Prof. Vincenzo Romania, docente presso l’Università degli Studi di Padova – Dipartimento di Sociologia e propone una valutazione dell’efficacia delle politiche pubbliche di mediazione messe in atto dal Comune di Padova, connesse al progetto “OLTRE IL GHETTO DI VIA ANELLI: azioni positive a sostegno della convivenza e dell’inclusione sociale”

Contattaci
Non esitate a contattarci se avete domande